Alleanza Cattolica BLOG

Tutti gli articoli in ordine cronologico

Louis Salleron, Cristianità n. 5 (1974) Traduzione dell’articolo Qu’est-ce que l’“exploitations?, comparso su Permanences. Parigi, marzo 1971, n. 78, pp. 13-22.   Da qualche anno, i cattolici si sono gettati sul marxismo per farne la loro religione. Ne sposano le idee e il vocabolario, con una ignoranza che fa paura – ignoranza del marxismo, ignoranza del cattolicesimo. Prendiamo in esame una parola che compare spesso sui giornali, nei congressi, nelle mozioni e nelle dichiarazioni degli

Leggi tutto...

Giovanni Cantoni, Cristianità n. 4 (1974)   La conformazione fisiologica del genere umano, la sua suddivisione sessuale, la dicotomia in maschi e femmine indica chiaramente, senza ombra di dubbio, la modalità del perpetuarsi del genere stesso. Tale modalità è l’accoppiamento tra individui di sesso diverso, che, secondo tempi invariati, produce un nuovo individuo, un “piccolo d’uomo”. E il piccolo d’uomo, rispetto ai piccoli di animali, ha un carattere particolare, dal momento che, come ha notato

Leggi tutto...

P. Tito S. Centi O. P., Cristianità n. 4 (1974)   Nel prendere in mano la S. Bibbia il cristiano non dubita di trovarsi a contatto con la parola di Dio. Ma nessuno deve dimenticare che la rivelazione e l’ispirazione divina sono state date nel corso dei tempi con l’intento di educare un popolo in fasi successive prima di raggiungere la pienezza e la perfezione in Cristo. “I libri del Vecchio Testamento“, come ha ricordato

Leggi tutto...

P. Tiburzio Lupo S. D. B., Cristianità n. 4 (1974) Unanime fu sempre, nella Chiesa Cattolica, l’insegnamento dei Pontefici circa la indissolubilità del matrimonio e uniforme il loro comportamento di fronte al divorzio (1). Il primo documento che affronta direttamente il problema è il Decreto per gli Armeni di Eugenio IV (1439), emanato durante il Concilio Ecumenico di Firenze (1438-1445) che consacrò la riunione, purtroppo di breve durata, della Chiesa Ortodossa con la Chiesa Latina.

Leggi tutto...

Neri Capponi, Cristianità n. 4 (1974)   Nell’attuale polemica sul divorzio uno degli argomenti più capziosi a favore di questo istituto è avanzato proprio da sedicenti cattolici fin troppo ansiosi di separare Stato e Chiesa, corpo e anima, ficcati ciascuno di essi in caselle ben separate fra loro e senza possibilità alcuna di comunicazione (salvo poi servirsi di queste “separazioni” per fare con più agio il proprio comodo!). Si dice da costoro che altra cosa

Leggi tutto...

Roberto De Mattei, Cristianità n. 4 (1974)   La sola possibilità dello scioglimento del vincolo matrimoniale, lungi dal porsi come rimedio per i matrimoni “riusciti male”, impoverisce, fin dall’origine, il contenuto di tutti i matrimoni, perché l’eventuale serietà di intenti dei nubendi non è presa sul serio dalla società che, nelle sue leggi, non riconosce e non ritiene degno di protezione il patto. In altri termini, la legge, disposta a ratificare tutti gli intenti non

Leggi tutto...

Franco Campia, Cristianità n. 4 (1974)   Carl Wahren, 40 anni, due lauree ad Uppsala e una a Los Angeles, liberale di sinistra, vive in una bella casa a Upplands Vasby, un sobborgo di Stoccolma immerso in un bosco di betulle. Qui è andato a trovarlo Giovanni Giudici, inviato dal suo giornale L’Espresso per fornire ai lettori italiani notizie più dettagliate su una proposta che, partita da Wahren, ha suscitato un ammirato stupore, pur nella

Leggi tutto...

Plinio Corrêa de Oliveira, Cristianità n. 4 (1974) Traduzione dell’articolo Elogio aos silenciosos do Ocidente, comparso sulla Folha de S. Paulo del 7-10-1973.   Non si pensi che, dal punto di vista di un amico della tradizione, nel nostro secolo non vi sia nulla degno di elogio. Al contrario, analizzando con attenzione la realtà, si trovano seri motivi per applaudire certi aspetti del mondo contemporaneo. Si tratta soprattutto degli aspetti per i quali oggi il

Leggi tutto...

Mauro Ronco, Cristianità n. 4 (1974)     La sola possibilità dello scioglimento del vincolo matrimoniale, lungi dal porsi come rimedio per i matrimoni “riusciti male”, impoverisce, fin dall’origine, il contenuto di tutti i matrimoni, perché l’eventuale serietà di intenti dei nubendi non è presa sul serio dalla società che, nelle sue leggi, non riconosce e non ritiene degno di protezione il patto. In altri termini, la legge, disposta a ratificare tutti gli intenti non

Leggi tutto...

Consiglio Permanente della Conferenza Episcopale Italiana, Cristianità, 4 (1974)   Il Consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana, in coerenza con quanto i Vescovi italiani hanno sempre unanimamente affermato, ritiene suo dovere dare, a quanti vogliono vivere nello spirito del Vangelo le attuali vicende del nostro Paese, un orientamento dottrinale e una direttiva pastorale circa l’unità della famiglia e l’indissolubilità del matrimonio. 1. IL MATRIMONIO È DI SUA NATURA INDISSOLUBILE. Alla luce della Parola di Dio,

Leggi tutto...