“Colossei del XXI secolo – I cristiani perseguitati dall’Iraq all’Indonesia”

Marco Respinti 7 mesi fa
Prima pagina  /  Dalla stampa  /  “Colossei del XXI secolo – I cristiani perseguitati dall’Iraq all’Indonesia”

Da “Libero” del 4 aprile 2017. Foto da “Gli occhi della guerra”

Papa Francesco lo chiama «ecumenismo del sangue» ed è il realismo violento che spazza il religiosamente corretto. Cattolici, ortodos­si, nestoriani, copti o protestanti, l’islami­smo non fa differenze, ma solo sconti comiti­ve. Gli studiosi faticano a trovare una defini­zione oggettiva per definire i cristiani, ma nel frattempo contano ben 60mila tra Chiese e confessioni che riconoscono Gesù come «Si­gnore e Salvatore». Per essere ammazzati ba­sta e avanza.

A raccontare la tragedia dei Colossei del secolo XXI, mille volte più numerosi e feroci di quelli antichi, nello Spazio Espositivo di Palazzo Lombardia (Milano, via Galvani 27) è allestita la mostra fotografica «I Cristiani perseguitati», visitabile fino al 21 aprile dal lunedì al venerdì (dalle 13 alle 19).
Curata dalla sezione italiana della Fondazione ponti­ficia Aiuto alla Chiesa che Soffre in collabora­zione con la Regione Lombardia – è l’assesso­re alle Culture, identità e autonomie Cristina Cappellini che si è presa a cuore l’iniziativa -l’esposizione presenta un planisfero di soffe­renze e nefandezze che tocca Iraq, Siria, Egit­to, Pakistan, Nigeria, Sudan, Arabia Saudita, Eritrea, Indonesia, ma pure India, Cina e Co­rea del Nord dove, oltre allo jihadismo, agi­scono il nazionalismo indù, il neo-post-co­munismo di Pechino e quel che resta del co­munismo d’antan. Una full immersion che catapulta il visitatore al centro dell’orrore.

Marco Respinti

Categoria:
  Dalla stampa
Autore

 Marco Respinti

  (124 Articoli)