Il XXV anniversario della fondazione dell’Associazione Una Voce-Italia

Alleanza Cattolica 28 anni fa
Prima pagina  /  Cristianità  /  Il XXV anniversario della fondazione dell’Associazione Una Voce-Italia

Cristianità n. 211 (1992)

Domenica 4 ottobre 1992, nella chiesa dei Santi Luca e Martina al Foro Romano, l’Associazione Una Voce-Italia, che si propone la salvaguardia della liturgia latino-gregoriana, ha festeggiato il XXV anniversario della sua fondazione con una Messa solenne, celebrata in forma pontificale da S. Em. il card. Alfons Maria Stickler S.D.B.

Nell’omelia l’augusto officiante, dopo aver ricordato il mutuo rapporto fra norma della preghiera ufficiale della Chiesa e integrità della fede, ha affermato che “la sempre più vasta e profonda apostasia moderna” rende evidente che “la lex credendi non appare più esistente nelle cronache degli avvenimenti giornalieri anche dei paesi che erano considerati, all’epoca del Concilio Vaticano II, ancora cristiani e cattolici”. La rinnovata lex orandi, proposta nel venticinquennio postconciliare — ha proseguito il porporato — “non è riuscita a frenare la discesa della lex credendi ed a contribuire efficacemente al ripristino di una vita autenticamente cristiana”.

Il card. Alfons Maria Stickler ha quindi lodato l’Associazione Una Voce per essere stata “precorritrice della convinzione che ogni rinnovamento autentico della lex credendi esige anche la strada dell’autentica tradizione nella lex orandi. Si tratta di una convinzione — ha aggiunto il porporato — il cui spirito di fedeltà alla Chiesa è stato riconosciuto dal Santo Padre Giovanni Paolo II quando “ha autorizzato ufficialmente il pieno rispetto dell’attaccamento alla lex orandi che ha accompagnato per secoli ininterrottamente la sana lex credendi della Chiesa Universale”.

Al rito, al quale ha presenziato monsignor Camille Perl, segretario della Pontificia Commissione Ecclesia Dei, hanno devotamente partecipato numerosissimi fedeli, fra cui rappresentanti delle varie sezioni italiane dell’Associazione Una Voce. I canti dell’Ordinario della Messa sono stati magistralmente eseguiti da una corale gregoriana diretta dal M°. Temistocle Capone.

Dopo la celebrazione, Attilio Tamburrini, a nome di Alleanza Cattolica, ha trasmesso al vicepresidente nazionale dell’Associazione Una Voce-Italia, professor Filippo Delpino, le felicitazioni e gli auguri per la ricorrenza.

Categorie:
  Cristianità, Editoriali e note non firmate
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2701 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.