“Anche le fiamme dell’odio bruciano le cattedrali”

Alleanza Cattolica 1 anno fa
Prima pagina  /  Dalla stampa  /  “Anche le fiamme dell’odio bruciano le cattedrali”

Di C. E. e Cristian Gennari da Avvenire del 19/04/2019. Foto da articolo

Il disastro di Parigi

Escludere l’origine dolosa dell’incendio di Notre-Dame di Parigi non nasconde purtroppo un’amara verità: l’80% delle profanazioni che avvengono in Francia contro luoghi di culto riguardano proprio delle chiese. I rapporti pubblicati dal ministero dell’Interno francese parlano di 1.063 casi (incendi, distruzione di crocifissi, statue, icone, vetrate) avvenuti nel 2018, un aumento del 17% rispetto all’anno precedente (878 attacchi). I casi registrati quest’anno si contano già a decine. L’11 marzo la basilica dei re di Francia a Saint-Denis è stata dissacrata da individui entrati in piena notte.

Il 17 marzo, poco dopo la Messa di domenica, dei vandali hanno appiccato il fuoco nella chiesa di Saint-Sulpice a Parigi. A Saint-Eulalie-en-Born, la chiesa è stata spogliata di tutti gli oggetti sacri. A Nîmes, la chiesa di Notre-Dame des Enfants è stata profanata in maniera particolarmente odiosa: una croce è stata tracciata con escrementi umani mentre l’altare maggiore e il tabernacolo sono stati saccheggiati. La stessa scena si è presentata alla Notre- Dame di Digione, dove l’altare è stato distrutto e le ostie prelevate dal tabernacolo, gettate per terra e calpestate.

L’ESCALATION

Il rogo di Notre Dame è stato un incidente, ma nella sola Francia in un anno c’è stato oltre un migliaio di azioni «anticristiane». Autori spesso gli islamisti, come nei casi ecaltanti in Iraq, India, Egitto e Nigeria

Macerie e distruzione nella cattedrale dell’Immacolata concezione di Qaraqosh, saccheggiata nel 2015 dai terroristi del Daesh nel Nord dell’Iraq

Categoria:
  Dalla stampa
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2699 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.