“Bambini cavie nella clinica del gender”

Alleanza Cattolica 1 anno fa
Prima pagina  /  Dalla stampa  /  “Bambini cavie nella clinica del gender”

Da Il Foglio del 10/04/2019. Foto da articolo

Secondo il Times in Inghilterra “è in corso un esperimento di massa sui bambini”. La denuncia arriva da una lunga inchiesta del quotidiano britannico sull’abuso di terapie che bloccano la pubertà da parte del Gids (Gender Identity Development Service), servizio di sviluppo dell’identità di genere della Fondazione Tavistock and Portman, clinica inglese che si occupa di minori che soffrono di disforia di genere. Citando cinque dei diciotto medici che si sono licenziati dalla struttura del National Health Service, il Times spiega che negli ultimi tre anni bambini e adolescenti sono stati avviati al percorso di transizione di genere prima che gli esperti potessero valutare le cause della loro “confusione”. Storie personali complicate o possibili omosessualità sarebbero state ignorate pur di accelerare il passaggio alla nuova identità transgender. Il tutto fatto con farmaci usati al di fuori di ciò per cui sono stati approvati (non il trattamento della disforia di genere, per intenderci). Un esperimento dal vivo su un numero sempre più grande di bambini: Nel 2010 erano 94, nel 2018 ben 2.519. Dietro alla “promozione” della transizione di genere come unica possibile “cura” per i bambini ci sarebbero diversi charity transgender, spiega il Times, che convincevano i genitori della necessità di bloccare lo sviluppo della pubertà al più presto. Tempo fa già il Guardian aveva denunciato queste pratiche, raccontando come venissero “trattati” così adolescenti semplicemente autistici o omosessuali. Un “esperimento non regolamentato” di cui la scienza non può conoscere ancora le conseguenze. L’ordine degli psichiatri inglesi intanto ha annunciato nuove linee guida, più caute, per il trattamento dei giovani con problemi di identità di genere, ma nel frattempo il Gids continua il suo lavoro. Un monito inquietante per paesi come l’Italia, dove da poco è stato inserita nell’elenco del Servizio sanitario nazionale, tra i medicinali a carico dello stato, la triptorelina, un farmaco che blocca lo sviluppo puberale. Prima di fare la fine dell’Inghilterra, urge una riflessione qui da noi.


Categoria:
  Dalla stampa
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2701 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.