Il cielo in una stanza.

Vita di Maria Valtorta
Michele Rinaldi 9 mesi fa
Prima pagina  /  In evidenza  /  Il cielo in una stanza.

Nella sempre crescente bibliografia su Maria Valtorta (1897-1961) mancava un’opera biografica di carattere scientifico. Il testo di don Ernesto Zucchini, sacerdote diocesano e parroco nella Diocesi di Massa Carrara-Pontremoli, licenziato in Teologia dogmatica e presidente della Fondazione Maria Valtorta colma questa lacuna, precisando però che non tutto il carteggio esistente è al momento accessibile.

Nata a Caserta 14 marzo 1897, Maria gode di salute pessima peggiorando fino a che, dal Venerdì Santo del 1934, non può più uscire di casa, costretta per sempre nel letto fino alla scomparsa.

Nel 1925, a seguito della lettura di Storia di un’anima di santa Teresa del Bambino Gesù (1873-1897) si offre a Dio per salvare le anime degli uomini. Cerca dunque un contesto adatto a questo impegno nel seno della Chiesa Cattolica, entrando nell’Azione Cattolica e nel Terz’ordine francescano. Nel 1943 comincia la sua “impresa”: tra il gennaio 1944 e l’aprile 1947 scrive circa 11mila pagine, senza correzioni o rivisitazioni successive, descrivendo con dettagli e precisione sorprendenti la vita di Gesù. L’opera viene pubblicata nel 1956 con il titolo Il poema dell’Uomo Dio e dal 1993 con il titolo L’Evangelo come mi è stato rivelato, Si tratta di 10 volumi, successivamente tradotti in trenta lingue, ovviamente oggetto di attenzione e di studio sempre più approfonditi. In particolare, dal 2012 emerge che in quei testi è descritto un mondo perfettamente coerente con le conoscenze archeologiche e storiche più avanzate, e che perfino i riferimenti al cielo ed alla posizione dei corpi celesti (Luna, stelle e pianeti) sono del tutto coerenti con le risultanze astronomiche, corrispondenti al fluire del tempo indicato nella narrazione.

Queste evidenze aiutano peraltro a inquadrare meglio le vicende dell’opera, messa all’Indice nel 1959. Del resto in quello stesso anno il Sant’Uffizio aveva preso in esame ben 295 messaggi di veggenti e proibì anche la devozione alla Divina Misericordia, promossa dalla suora polacca Faustina Kowalska (1905-1938), poi canonizzata nel 2000. Il 5 gennaio 1960 L’Osservatore Romano pubblicò la notifica della messa all’indice ed un articolo non firmato, che definiva l’opera «una vita di Gesù malamente romanzata», aggiungendo che « […]gli specialisti di studi biblici vi troveranno certamente molti svarioni storici, geografici e simili[…]», senza però citarne nemmeno uno. In realtà gli studi successivi hanno dimostrato l’esatto contrario.

L’opera aiuta a ricostruire, in modo scientifico e pieno di particolari inediti, la vita di una mistica che si è offerta come vittima a Dio per la salvezza delle anime e che ha narrato, in forma elegante e adatta al nostro tempo, la vita di Gesù, riportandone nel dettaglio, per l’edificazione dei lettori, frasi, luoghi, colori e perfino profumi.

Categoria:Saggi


Autore:Don Ernesto Zucchini


Pagine: 312


Prezzo: € 25,00


Anno: 2019


Editore:Fede & Cultura Giugno, Verona


ISBN: 9788864097190


Libreria San Giorgio

Categorie:
  In evidenza, Lo scaffale
Autore

 Michele Rinaldi

  (1 Articoli)