Andreas Hofer: «martire di Dio per la patria e per la famiglia»

Alleanza Cattolica 36 anni fa
Prima pagina  /  Cristianità  /  Andreas Hofer: «martire di Dio per la patria e per la famiglia»

Cristianità n. 112-113 (1984)

 

Andreas Hofer: «martire di Dio per la patria e per la famiglia»

Indirizzo di Silvio Girardi, capitano onorario della compagnia di Schützen di Mezzocorona, in provincia di Trento

 

Nel porgere il saluto ai graditi ospiti di Thaur e di Wilten e a tutti gli altri intervenuti, sento il dovere di dire alcune parole chiare per evidenziare, al di là del gran parlare che si è fatto sulla portata di questa manifestazione, quale è il suo vero ed autentico significato.

Non sete di protagonismo, ma riverente omaggio ad un personaggio che molti ci invidiano; un personaggio che purtroppo ha avuto ben pochi degni biografi, e che è stato sfruttato per scopi poco raccomandabili. Ma egli è là in alto per additarci una strada irta e difficoltosa, una strada che ben pochi riescono a percorrere fino in fondo come lui, martire di Dio per la patria e per la famiglia.

Esempio imperituro per chi vuole sollevarsi dalla mediocrità, dall’egoismo, dalla grettezza e dalla frantumazione di ogni ideale superiore in nome del nuovo dio, che è il nostro essere individuale nella sua corporea materializzazione.

Ma oltre al ricordo di questo grande personaggio, che venne qui, in questo santuario, per manifestare senza falsi pudori il suo intimo sentire religioso, noi dobbiamo ricordare tutti quei nostri antenati che con lui combatterono per i loro ideali di libertà.

Fu una lotta di popolo quella di Andreas Hofer, per salvaguardare le proprie caratteristiche, le proprie tradizioni, i propri valori, che governi di stampo totalmente diverso quanto a ideologie e fini, tentavano di cancellare in nome di una diversa concezione di libertà.

In questo senso va intesa la nostra presenza qui e nell’ambito della nostra realtà provinciale, ed io rivendico al nostro movimento, erede dello spirito hoferiano, questa prerogativa di assurgere, al di sopra dei fattori che dividono, a quella sintesi che ha reso possibile per tanti secoli la convivenza pacifica e fruttuosa di popolazioni di lingua diversa nella nostra regione, accomunate dallo spirito di autodifesa e dal senso di un comune destino.

San Romedio, 24 giugno 1984

Festa del Corpus Domini

 

Categorie:
  Cristianità, Dichiarazioni e documenti
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2700 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.