Come si diffonde il cattolicesimo

Alleanza Cattolica 21 anni fa
Prima pagina  /  Cristianità  /  Come si diffonde il cattolicesimo

Joseph de Maistre, Cristianità n. 289 (1999)

 

Réflexions sur le Protestantisme dans ses rapports avec la souvraineté, 1798, in IDEM, Oeuvres complètes, vol. VIII, Vitte, Lione 1893, pp. 63-97 (pp. 66-67). Traduzione e titolo redazionali.

 

Come si diffonde il cattolicesimo

 

Può darsi che i sovrani cristiani abbiano abusato del loro potere per diffondere il cristianesimo; ma mai il cristianesimo cattolico ha combattuto i sovrani per stabilirsi nei loro domini; mai ha usato altro che la persuasione, e questo è stato in tutti i tempi il suo carattere distintivo. Costantino, divenuto cristiano, ha senza dubbio potuto far sentire il peso del suo scettro sugl’infedeli; ma il cattolicesimo, per regnare nell’impero, non ha assolutamente preso le armi contro Costantino. Si è visto, negli ultimi tempi, questa religione stabilirsi all’estremità dell’Asia: di che arma si è servita per vincervi tutti i pregiudizi umani? D’un religioso, armato di un crocifisso di legno, e che ignorava necessariamente la lingua del paese quando ha toccato questa terra. Ma quando il sovrano ha voluto scacciarlo da essa, ha opposto resistenza? Assolutamente no. Ha fatto migliaia di martiri e non ha trovato un ribelle. Quando Tertulliano diceva ai gentili del secolo III: «Siamo ovunque, nell’esercito, nei tribunali, nei palazzi, ecc.; vi lasciamo solo i templi», i cristiani erano certamente in grado di farsi temere; ma non si sono mai permessi nulla contro la sovranità. L’inesprimibile fermezza di cui hanno dato prova in mezzo ai più atroci tormenti ha solo provato a essa che cosa avrebbe dovuto temere da loro se avessero avuto altri princìpi.

Joseph de Maistre (1753-1821)

 

Categorie:
  Cristianità, Os Prudentis
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2701 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.