Indagine sulla speranza. Dialogo con Carlos Granados

Daniele Fazio 2 anni fa
Prima pagina  /  In evidenza  /  Indagine sulla speranza. Dialogo con Carlos Granados

Categoria:Saggio


Autore:Carlos Granados


Pagine: 256


Prezzo: €19,00


Anno: 2017


Editore:Cantagalli (Siena)


ISBN: 8868793660


Libreria San Giorgio

Un mondo senza Dio è un mondo senza speranza. Dopo i surrogati della speranza millantati dalle ideologie, oggi l’uomo è solo e disperato. È questa la cornice del libro-intervista che il cardinale Müller, prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della Fede, ha concesso a Carlos Granados, direttore generale della casa editrice Biblioteca de Autores Cristianos di Madrid.

L’uomo è per natura proteso al futuro, con progetti e sogni. A questo anelito non rispondono certo adeguatamente il relativismo e il pensiero unico che vorrebbero dominare ogni ambito dell’esistenza. E oggi che non si ritiene più la mancanza di fede un problema, l’assenza della speranza precipita tutti in uno stato di disagio profondo.

Ma come affrontare il futuro senza punti di forza, senza un pensiero forte, senza la speranza vera? I percorsi dell’indagine, allora, si snodano attraverso queste macro-aree: cosa sperare da Cristo; cosa sperare dalla Chiesa; cosa sperare dalla famiglia; e cosa sperare dalla società.

Con chiarezza teologica, il cardinal Müller affronta l’argomento a partire dai fondamenti e indica in Cristo ritrovato la risposta di cui l’uomo attuale ha bisogno per cambiare rotta. Ritrovando Cristo, l’uomo ritrova infatti anche se stesso dentro le maglie della propria storia personale e della storia sociale. Perché se il mondo senza speranza è moribondo, occorrerà che le “minoranze creative”, i “portatori sani di speranza cristiana”, facciano nascere dentro queste stesse maglie un mondo nuovo, capace ancora una volta di amore verso il vero, il bene, il bello.

Consigliabile come quadro della Chiesa e della società nel mondo contemporaneo.

Categorie:
  In evidenza, Lo scaffale
Autore

 Daniele Fazio

  (63 Articoli)

Daniele Fazio è nato a Sant'Agata di Militello (Messina) nel 1983. Dopo gli studi classici, ha conseguito la laurea di primo livello in filosofia con una tesi su "Verità e Persona nel pensiero filosofico di Karol Wojtyla". Ha poi conseguito la laurea specialistica in Filosofia contemporanea con una tesi su "Ontologia ed etica della Persona. Prospettive contemporanee". Entrambe le tesi sono state discusse presso l'Ateneo di Messina con la professoressa Paola Ricci Sindoni, ordinario di Filosofia morale. Dal 2009 al 2012 è stato borsista del Centro Universitario Cattolico, con progetto Robert Spaemann: cristianesimo e filosofia nella modernità. Dottore di ricerca in Metodologie della Filosofia (2015) ha curato una ricerca sul pensiero di Étienne Gilson. E' cultore della materia presso la Cattedra di Filosofia morale del Dipartimento Civiltà Antiche e Moderne di Messina, con cui regolarmente collabora sin dal 2009. Ha frequentato i corsi del Tirocinio Formativo Attivo per l’abilitazione all’insegnamento negli Istituti di Istruzione Secondaria per la classe ex A037 – Filosofia e Storia. Militante di Alleanza Cattolica, tra le sue pubblicazioni, oltre agli articoli su riviste scientifiche, sono da rilevare la monografia Étienne Gilson. Metafisica dell’actus essendi e modernità, ed. Orthotes, Napoli 2018 e il saggio Eric Voegelin, un maitre à penser del Novecento in E. Voegelin, Politica, storia e filosofia, a cura di Oscar Sanguinetti, D’Ettoris Editori, Crotone 2018. Facebook - Instangram - Europa Mediterraneo