Cose di oggi: dove è finita la domenica?

Alleanza Cattolica 3 anni fa
Prima pagina  /  Cose di oggi  /  Cose di oggi: dove è finita la domenica?

Almeno quella che un tempo si identificava nel riposo, nella partecipazione più o meno attenta alla santa Messa e nelle riunioni famigliari intorno a tavole imbandite con piatti della tradizione culinaria della nazione?

Sembra sparita dalla vita della maggior parte degli italiani, sostituita da una giornata triste, secolarizzata, riempita dal vuoto di code in autostrada per raggiungere il centro commerciale più vicino a fare shopping.

Outlet costruiti per assomigliare a paesini ridenti, zeppi di persone contente e senza problemi con le loro buste piene di roba alla moda.

La verità è diversa. Tutto suona falso e artificiale. La gioia è apparente e i problemi della vita, come sempre, sono lì testardi ad accompagnare la folla.

A questa immagine però si contrappone, grazie a Dio, quella di un popolo che, pur pieno di fragilità e limiti, continua a credere che la domenica sia il giorno del Signore, il giorno della famiglia, della buona cucina e del buon vino.

E dello sport, che precede la Messa vissuta come momento per ricaricarsi spiritualmente per la settimana.

E delle passeggiate fuori porta per visitare i paesi veri, quelli costruiti nei secoli intorno alla Chiesa e non intorno a un bar, bello magari ma incapace di riscaldare il gelo di questi giorni in cui la solitudine la fa da padrone.

A ben pensarci, quindi, la domenica esiste ancora nel cuore e nella vita di tanti italiani e nei ricordi pieni di nostalgia di tanti altri.

Recuperarla nella sua piena accezione è possibile, cominciando dalle piccole cose.

Il venerdì lasciando il lavoro abbandoniamo ad esempio il tristissimo “buon week end” e ritorniamo all’antico augurio di una “buona domenica”.  Diciamolo con convinzione e con gioia.

Anche così si può far rinascere la speranza e rischiarare almeno un po’ il buio di un mondo che muore.

Categorie:
  Cose di oggi, In evidenza
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2701 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.