Frammento 78

+

Dal 1991 Papa [san] Giovanni Paolo II [1920-2005] viene reiteratamente denunciando, con precisione e con puntualità, il pericolo totalitario dell’ora presente, cioè l’intronizzazione del relativismo etico attraverso i suoi sponsali con la democrazia. Il relativismo etico è una morale, cioè la trascrizione comportamentale di diverse “metafisiche”, “costellazioni di princìpi”, di cui sono più o meno correttamente note e più o meno adeguatamente denunciate quella massonica, quella neomarxista — esito soprattutto della lettura romantica di Karl Marx [1818-1883] ‒ e quella esistenzialistica, rappresentata dal «pensiero debole», ma accanto a esse si situa ‒ con un tasso di pericolosità proporzionato al tasso di credibilità dei suoi mentori ‒ anche quella tecnocratica, lato sensu neopositivistica.

Dal “governo dei tecnici” al “partito dei tecnici” e oltre, in Cristianità. Organo ufficiale di Alleanza Cattolica, anno XXIV, n. 250-251, Piacenza febbraio-marzo 1996, p. 4. Gli inserti fra parentesi quadre nel corpo del testo sono opera di adeguamento redazionale.

 

Categorie:
  Fragmentarium di Giovanni Cantoni, In evidenza
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2698 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.