Giovanni Cantoni, Aspetti in ombra della legge sociale dell’islam. Per una critica della vulgata “islamicamente corretta”, con una Prefazione di Samir Khalil Samir S.J., Centro Studi “A. Cammarata”, S. Cataldo (Cl) 2000

Alleanza Cattolica 9 anni fa
Prima pagina  /  Cristianità  /  Giovanni Cantoni, Aspetti in ombra della legge sociale dell’islam. Per una critica della vulgata “islamicamente corretta”, con una Prefazione di Samir Khalil Samir S.J., Centro Studi “A. Cammarata”, S. Cataldo (Cl) 2000

Giovanni Cantoni, Aspetti in ombra della legge sociale dell'islam. Per una critica della vulgata "islamicamente corretta"

[quarta di copertina]

L’islam – scrive nella Prefazione il gesuita egiziano Samir Khalil Samir, docente di Teologia Islamo-Cristiana al Pontificio Istituto Orientale di Roma e di Storia Comparata della Cultura Araba e d’Islamologia all’Université Saint-Joseph di Beirut – in Occidente non è adeguatamente conosciuto, anche all’interno della Chiesa cattolica, dove ne circola un’immagine edulcorata, che parte da idee preconcette o da affermazioni generiche: per esempio, trascurare la connessione fra società civile e comunità religiosa può portare a travisare il dato costitutivo della cultura islamica. Lo studio di Giovanni Cantoni – secondo il prefatore -, mettendo a fuoco il tema della libertà religiosa, concetto sconosciuto nel mondo musulmano, costituisce lavoro utile a sgombrare il campo da molte ingenuità diffuse sull’islam: il suo valore principale consiste nel dare inizio a un esame dichiaratamente cattolico dell’aspetto più specificamente giuridico della dottrina islamica, facendo emergere il tema nelle sue connessioni non solo con la sfera privata ma, soprattutto, con la dimensione pubblica della religione.

Giovanni Cantoni, nato a Piacenza, fondatore e reggente nazionale dell’associazione d’apostolato culturale Alleanza Cattolica, ha promosso l’editrice Cristianità, dirige la rivista omonima ed è rettore dell’IDIS, l’Istituto per la Dottrina e l’Informazione Sociale. Cultore di filosofia, di teologia e di morale sociale – la dottrina sociale della Chiesa – è autore di saggi, fra cui L’Italia tra Rivoluzione e Contro-Rivoluzione, introduttivo a Plinio Corrêa de Oliveira (1908-1995), Rivoluzione e Contro-Rivoluzione (Cristianità, Piacenza 1972), e di contributi a opere collettive, fra cui Nota a proposito della libertà religiosa, parte teologica del volume Libertà religiosa, “sette” e “diritto di persecuzione”. Con appendici (Cristianità, Piacenza 1996).

 

[indice]

Premessa dell’autore

Prefazione di Samir Khalil Samir S.J.

Introduzione: perché e per chi
1. Le molte ragioni di un’attenzione
2. Per soddisfare l’attenzione: gl’informatori e le informazioni
3. Di fronte alla vulgata “islamicamente corretta”
4. Due “casi” la cui portata può giustificare la reazione alla vulgata
5. Il presente e il futuro fra desideri e fatti, di cronaca e storici

I. Il grande modello
1. Un quadro “biblico”
2. Il Corano
3. La Sunna
4. Fra dettatura e ispirazione
5. L’ummah, i “pilastri dell’islam” e la sharî’a, la Lex Divina Islamica

II. Dîn wa-dunyâ, “religione e società temporale”, dîn wa-dawla, “religione e Stato”, e la sharî’a
1. Il problema della “legge sociale dell’islam”
2. Il diritto pubblico nella “legge sociale dell’islam”
3. Il diritto pubblico islamico fra duplicità di sistemi normativi e indebolimento
4. Scholion sul “fondamentalismo”
5. La sharî’a come ideale e come riferimento
6. Il problema del jihâd
7. I rapporti personali e comunitari fra cristiani e musulmani
8. La situazione in Italia
9. La tensione utopica di una “religione politica”

III. Un problema strutturale del dialogo inter-religioso

IV. Qualche aspetto particolare della legge sociale islamica
1. La posizione politica del non musulmano in paesi islamici
2. La vita religiosa dei non musulmani in terra d’Islam
3. La possibilità della conversione dall’islam
4. La “dissimulazione della fede”

V. “Il Corano teorizza chiaramente il valore della deterrenza” e il “terrorismo islamico”

VI. Qualche problema ulteriore

Bibliografia delle opere e degli articoli utilizzati

Categorie:
  Cristianità, Ex-Libris
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2699 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.