Shahbaz, La voce della giustizia

Marco Invernizzi 2 anni fa
Prima pagina  /  In evidenza  /  Shahbaz, La voce della giustizia

Categoria:Saggi


Autore:Paul Bhatti


Pagine: 172


Prezzo: € 14,00


Anno: 2017


Editore:San Paolo, Cinisello Balsamo (Mi)


ISBN: 9788892210479


Libreria San Giorgio

Shahbaz Bhatti (1968-2011) è un cattolico pakistano assassinato a Islamabad, in Pakistan, il 2 marzo 2011 da terroristi islamisti. Il suo omicidio è stato rivendicato dal gruppo Tehreek-i-Talban Pakistan. Era ministro del governo pakistano per le minoranze religiose e apparteneva al Partito popolare pakistano, lo stesso del presidente Benazir Bhutto (1953-2007), assassinata nel 2007, e già primo ministro dal 1988 al 1990 e dal 1993 al 1996. Questa biografia di Shahbaz è scritta dal fratello Paul, che ne racconta la figura attraverso la storia della loro famiglia a partire dalla loro adolescenza (nato nel 1974, Paul è il maggiore dei due, di sei anni) nel villaggio di Khushpur, nel distretto di Faisalabad. Mentre Paul veniva a studiare in Italia nell’Università di Padova, dove sarebbe diventato medico, Shahbaz rimaneva in patria studiando Giurisprudenza e impegnandosi fin da giovanissimo a favore delle minoranze religiose, in primis i cristiani, i poveri e gli emarginati della difficile società pakistana. Il ruolo pubblico che assume nel Paese gli guadagna però l’ostilità dei fondamentalisti islamici, molto forti e in grado di condizionare la politica dei governi. L’aggressività nei suoi confronti aumenta quando difende Asia Bibi, la donna cattolica condannata ingiustamente a morte per blasfemia e rimasta in carcere per nove anni prima dell’annullamento della condanna nel 2018.

Prima di Shabhaz il 4 gennaio cade, per mano di un membro della sua stessa scorta, anche il governatore del Punjab Salmaan Taseer (1944-2011), musulmano e amico di Shahbaz, e come lui ostile alla legge sulla blasfemia.

Ministro per le minoranze dal 2008 fino alla morte, al posto di Shahbaz subentra dunque Paul, che, terminato il mandato, ritorna in Italia a guidare una fondazione intitolata agli ideali del fratello.

Una testimonianza appassionante del Servo di Dio Shahbaz, adatta per comprendere la persecuzione in atto contro i cristiani del Pakistan.

Categorie:
  In evidenza, Lo scaffale
Autore

 Marco Invernizzi

  (266 Articoli)

Marco Invernizzi nasce a Milano nel 1952. Nel 1977 si laurea in filosofia all'Università Cattolica del Sacro Cuore con una tesi su Il periodico "Fede e Ragione" nell'ambito della storia del Movimento Cattolico italiano dal 1919 al 1929, relatore il professor Luigi Prosdocimi. Dopo gli studi universitari continua ad approfondire, in modo non puramente intellettualistico - dal 1972 milita in Alleanza Cattolica, della quale è stato responsabile per la Lombardia e per il Veneto fino al 2016-, le vicende del movimento cattolico in Italia. Ha pubblicato, fra l'altro, L'Unione Elettorale Cattolica Italiana. 1906-1919. Un modello di impegno politico unitario dei cattolici(Cristianità, Piacenza 1993); La Chiesa, la politica, il potere attraverso i secoli (contributo a Processi alla Chiesa. Mistificazione e apologia, a cura di Franco Cardini, Piemme, Casale Monferrato 1994); e, con altri, I Papi del nostro secolo, parte prima Da Leone XIII a Pio XII (Italica Libri/Editoriale del Drago, Milano 1991); e Guida introduttiva alla storia della Chiesa cattolica (Mimep-Docete, Pessano [Milano]). Collabora a Cristianità e ad altre riviste e quotidiani. Dal 1989 conduce a Radio Maria la trasmissione settimanale La voce del Magistero. Nella linea di quanto già edito si pone Il movimento cattolico in Italia dalla fondazione dell'Opera dei Congressi all'inizio della seconda guerra mondiale (1874-1939), un'opera di sintesi in cui viene ripercorsa la storia del movimento cattolico, con particolare attenzione alle sue espressioni politiche, dalla Breccia di Porta Pia alla vigilia del secondo conflitto mondiale. Dal 28 maggio 2016 è Reggente Generale di Alleanza Cattolica. Facebook - Instagram - Cathopedia