Testamento biologico

Alleanza Cattolica 3 anni fa
Prima pagina  /  Comunicati  /  Testamento biologico

Testamento biologico/ Gandolfini (Family day): “Commissione approva legge di stampo eutanasico. Si rompe fiducia tra medico e paziente”

“Profonda delusione per il mancato accoglimento degli emendamenti ragionevoli come quelli che avevamo  presentato, tramite il supporto di alcuni parlamentari; ed amarezza perché si inaugura nel mondo sanitario una legislazione pericolosamente contraria alla difesa della vita”. Così Massimo Gandolfini, presidente del Comitato promotore del Family day, commenta l’approvazione in Commissione Affari sociali del ddl su testamento biologico e DAT.

“Si introduce nella fattispecie – prosegue – una sorta di legittimazione del suicidio assistito, che avrà deleterie conseguenze sul rapporto medico-paziente. Si incrina quindi quella virtuosa alleanza che garantisce il fatto che il medico si pone sempre dalla parte della difesa delle vita e della salute del paziente”.

“In particolare, l’indeterminatezza temporale riguardo alla possibilità di sospensione dell’alimentazione e all’idratazione del paziente che la legge prevede, fa in modo che questa richiesta possa diventare un atto meramente eutanasico portato a termine in qualsiasi momento della vita di un malato e non necessariamente in quello terminale. Non c’è medico che non possa dare testimonianza che la vera paura del paziente è quella di essere abbandonato, non già quella di essere costretto a terapie futili. Infine, confusione e contrasti possono nascere anche dalla possibilità di rifiutare anche solo parte dei trattamenti.

Per questo motivo torneremo a chiedere la modifica del testo durante la discussione in aula che partirà il prossimo 27 febbraio”, conclude Gandolfini.

 

Roma, 17 febbraio 2017

Comitato Difendiamo i Nostri Figli

Ufficio Stampa 393.8182082

Categorie:
  Comunicati, In evidenza
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2699 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.