IL VERGOGNOSO SILENZIO SULL’ABORTO FINO AL NONO MESE

Alleanza Cattolica 1 anno fa
Prima pagina  /  Temi etici  /  Aborto  /  IL VERGOGNOSO SILENZIO SULL’ABORTO FINO AL NONO MESE

GANDOLFINI (FAMILY DAY): IL VERGOGNOSO SILENZIO SULL’ABORTO FINO AL NONO MESE È TRAGICO SEGNO DI UNA PERVERSIONE DELLE COSCIENZE

Nel silenzio totale della grande stampa e della TV, ieri si è scritto un nuovo tragico capitolo della nefasta battaglia contro la vita nascente: il governo federale dello Stato di New York ha legalizzato l’aborto fino al giorno prima della nascita. Il solo pensiero dell’applicazione di questa barbara legge fa venire i brividi.

Nel momento in cui giustamente ricordiamo l’immane tragedia dell’Olocausto, e soffriamo per le persone spinte a lasciare i propri Paesi affidandosi alla pericolosa avventura del mare aperto, non una parola viene spesa per condannare l’omicidio in utero di un bimbo innocente che la natura ha portato alla soglia del parto. Ma non possiamo limitarci alla condanna: dobbiamo dire chiaramente che artefice di un tale scempio – che sarebbe più corretto definire opera di “carnefici” – è quella stessa amministrazione “liberal- democratica” che si straccia le vesti perché il “boia” Trump non firma il trattato di Kyoto.

Se di ecologia si parla, la prima, fondamentale, ineludibile ecologia è quella che difende l’uomo a partire dai primi momenti della sua vita. Dobbiamo, purtroppo, registrare il trionfo dell’ipocrisia, come condotta largamente praticata nel mondo della politica e dell’informazione, che diventa manipolazione del pensiero e delle coscienze: un bimbo ucciso, magari smembrato, il giorno prima del parto non fa notizia. Anzi, ordine di squadra: silenzio assoluto! Parliamo piuttosto di “diritti incivili”, dall’aborto al suicidio assistito, con il contorno di qualche lacrimuccia per l’estinzione di un platelminta della Patagonia!

Attenzione: se non siamo più capaci di indignarci di fronte all’aborto, sta a significare che è in atto una “perversione delle coscienze” che non si curerà mai con appelli buonisti alla solidarietà. I frutti della solidarietà nascono se la pianta è sana; ma se le radici del rispetto assoluto della vita nascente sono state bruciate dal “diritto d’aborto”, ogni altro grande valore morirà. Ed è proprio ciò che sta accadendo sotto i nostri occhi: falsità/ipocrisia/egoismo stanno cancellando amore/verità/solidarietà.

Roma, 21 gennaio 2019                                                           

 Comitato Difendiamo i Nostri Figli

Categorie:
  Aborto, Comunicati, In evidenza
Autore

 Alleanza Cattolica

  (2700 Articoli)

Alleanza Cattolica è un’associazione di laici cattolici che si propone lo studio e la diffusione della dottrina sociale della Chiesa. Il motto dell’associazione è “Ad maiorem Dei gloriam et socialem”, “Per la maggior gloria di Dio anche sociale”. Lo stemma di Alleanza Cattolica è costituito da un’aquila nera con un cuore rosso sormontato dalla croce. L’aquila è l’animale simbolico dell’apostolo san Giovanni e testimonia la volontà di essere figli di Maria, come l’Apostolo prediletto che ha riposato sul Cuore di Gesù. Circa il cuore, dice Pio XII che “è […] nostro vivissimo desiderio che quanti si gloriano del nome di cristiani e intrepidamente combattono per stabilire il regno di Cristo nel mondo, stimino l’omaggio di devozione al Cuore di Gesù come vessillo di unità, di salvezza e di pace”. Circa la croce sul cuore, cfr. il Cantico dei Cantici (8, 6): “ponimi come sigillo sul tuo cuore”.