Il socialismo autogestionario: rispetto al comunismo una barriera o una testa di ponte?

Sommario
Plinio Corrêa de Oliveira 38 anni fa
Prima pagina  /  Cristianità  /  Il socialismo autogestionario: rispetto al comunismo una barriera o una testa di ponte?

Plinio Correa de Oliveira, Cristianità n. 82-83 (1982)

 

Un messaggio delle TFP alla opinione pubblica mondiale, opera del professor Plinio Corrêa de Oliveira.

 

Contro la ennesima metamorfosi della Rivoluzione

Il socialismo autogestionario: rispetto al comunismo una barriera o una testa di ponte?

 

META SOCIALISTA PER LA FRANCIA

• Conferma della laicità dello Stato – il matrimonio equiparato all’unione libera – completa libertà sessuale – «riabilitazione» della omosessualità – accesso libero e gratuito agli anticoncezionali – libertà di aborto per gestanti maggiorenni e minorenni – agonia e morte dell’insegnamento privato – educazione statale a partire dai due anni di età.

Nazionalizzazione delle grandi e delle medie imprese industriali – socializzazione progressiva della vita rurale – la via autogestionaria – l’assemblea operaia, autorità suprema in ogni impresa – la funzione dei dirigenti e dei tecnici nelle imprese senza imprenditore privato: l’ubbidienza – la lotta di classe – la partecipazione dei consumatori alla direzione della impresa.

• Il modello autogestionario per la famiglia: la funzione autogestionaria dei figli, la lotta di classe contro i genitori – per la scuola: la funzione autogestionaria degli studenti, la lotta di classe contro gli insegnanti.

• La società autogestionaria modella un nuovo tipo di uomo – agnostico – con una morale opposta a quella cristiana – con un tetto di progresso individuale molto limitato – soggetto in tutto alla maggioranza, in comitati nei quali è elettore – che lo «aiutano» pianificandogli anche il tempo libero, il divertimento e l’arredamento domestico.

Liberté – Egalité – Fraternité radicali: il livellamento delle classi sociali, la dissoluzione dello Stato – la galassia delle micro-collettività – finché vi saranno imprenditori, la monarchia in Francia non sarà stata completamente abbattuta.

La autogestione socialista, meta internazionale al servizio della quale il Partito Socialista strumentalizza il governo, le ricchezze, il prestigio e il rayonnement mondiale della Francia.

 

* * *

 

Sommario

 

I. Il centro e la destra di fronte al socialismo francese: la illusione ottimistica, la portata della sconfitta e il crocevia

1. La illusione

2. Colpo d’occhio sul Partito Socialista reale

3. La portata reale della ascesa del socialismo in Francia. L’astensione, grande fattore della sconfitta del centro e della destra

Data la vittoria del Partito Socialista, che fare? Il crocevia

La scelta della strategia: aspetti del socialismo francese

 

II. Dottrina e strategia nel progetto di socialismo per la Francia

1. «Libertà, uguaglianza, fraternità» nel Projet socialiste

2. Il Partito Socialista, il centro e la destra

3. Partito Socialista e comunismo. La strategia della gradualità

4. Autogestione nella impresa: mini-rivoluzione socio-economica

5. L’autogestione deve abbracciare tutta la società e tutto l’uomo

6. Perché la riforma della impresa esige la riforma dell’uomo

7. La società autogestionaria e la famiglia

8. Il tempo libero

9. La «padronanza dell’ambiente»

10. La educazione

11. Il diritto di proprietà nel regime autogestionario

12. La proprietà rurale nel Projet socialiste

 

III. La sostanza dottrinale del «Projet socialiste»: laicità, «liberté, égalité, fraternité»

1. Diritti dell’uomo nella società autogestionaria: in-informarsi, dialogare e votare

2. La religione e le religioni nel Projet

3. L’episcopato francese di fronte al Partito Socialista

 

IV. Intervento negli affari interni della Francia?

 

V. Glorioso futuro della Francia secondo san Pio X

 

 

Categorie:
  Cristianità, Dichiarazioni e documenti
Autore

 Plinio Corrêa de Oliveira

  (48 Articoli)